Archive for the ‘poesia’ Category

h1

Vamos

20 marzo 2013

E’ un periodo che tutto sembra procedere per il meglio, tanto che non vorrei nemmeno fermare con parole, questo momento, per paura che mi si sgonfi tra le mani, come un palloncino colorato che mi fu regalato da bambina da mia nonna, e che per cause ancora da scoprire mi scoppiò tra le mani, forse urtato da un diavolo dispettoso.

E quindi con cautela che mi avvicino a queste sillabe: Francesco ed Ernesto.

Nella mia biblioteca alcuni ripiani sono riempiti da volumi che parlano di questi due grandi uomini.
Uomini veri eh?!
Non quelli dell’utopia, di quelli che è difficile, quelli che… non si può…
No, no. Loro lo hanno voluto e lo hanno fatto.
Mollato tutto: famiglia, ricchezza, amici, lavoro, e hanno fatto la rivoluzione.

Sembrano in contraddizione tra loro queste due rivoluzioni? Forse.

Ma un Papa, cavolo dicesi un Papa… nel giorno del suo insediamento le ha unite .

Nessuno che non sappia un pò di sogni e di rivoluzioni, non può non sapere che ciò che ha detto il PapaFrancesco è il motto del grande rivoluzionario argentino : “Essere duri senza perdere la tenerezza”.

Possiamo ancora sperare di andare verso un mondo migliore se Francesco non ha paura di citare nella sua omelia Che Guevara.

Annunci
h1

Ciao Lucio

4 marzo 2013
h1

Animosità

9 settembre 2012

 

“La cosa importante è capire e capire non è giudicare. […] La realtà è complessa e nella realtà hanno spazio molte cose.”

Moshe Idel da un Twitter di Roberto Saviano

 

P.S.

h1

3 luglio 2012
h1

Il sale della vita

17 giugno 2012

Sono una donna fortunata io.

Vivo a pochi chilometri dal mare, e ci posso andare quando voglio. Sono talmente libera di andare a vedere una mareggiata invernale, o di passeggiare in primavera lungo la spiaggia, che la maggior parte delle volte tralascio. Lui è lì che m’aspetta, non se ne va, a volte furioso, a volte calmo e placido, a volte scuro e tenebroso. Sempre pulito e misterioso. Forse per questo, come gli amori che hai davanti da vent’anni, che ti girano per casa e non ti soprendono più,  che diventano “trasparenti, vado poco a trovarlo: sopratutto quando ho bisogno d’aiuto.

Così stamani, mio primo giorno di mare in costume, mi ha sorpreso il suo odore. Così delicato e persistente. Non me l’aspettavo; ho respirato profondamente e dopo essermi sistemata mi sono goduta due ore due di sole, sale, mare e bambini sorridenti e giocosi.

E pensavo alle cose che danno sapore alla vita. E’ da un pò che ci giro intorno a questo pensiero, dopo aver letto qualcosa a proposito.

Ecco dopo aver eliminato le cose importanti per la sopravvivenza come il buon cibo, il buon sesso, il sonno profondo ci sono piccoli piaceri a cui non facciamo tanto caso e che invece sono quelle cose che danno sapore alla nostra vita.

La rendono unica e sorprendente. Piccoli particolari senza importanza (bel titolo per un libro..), che ci rendono migliori e che ci aiutano quotidianamente a pensare che ne vale la pena.

Ho scelto 10 cose. Sono i miei pizzichi di sale…gli amici sono invitati a scrivere i loro.

  • l’odore del mare quando il vento spira leggero a riva
  • trovare biglietti, appunti, cartoline, ricordi, immersi nei libri che tolti dalla libreria si aprono perchè dentro c’è il biglietto del concerto dei Deep Purple per esempio.
  • le luci piccole piccole dell’albero di natale che si alternano in giochi di luci sempre diversi
  • le mie gardenie e camelie che rifiutano di pensare che vivono in sardegna e rifioriscono
  • rivedere per l’ennesima volta i film che mi piacciono, e…piangere..
  • apparecchiare la tavola come se dovesse venire Elisabetta II
  • Il Turriga
  • trovare un commento sul mio blog
  • uscire con mia figlia in giro per la città tornare stanca e guidare piano ascoltando musica buona
  • quando i miei alunni mi fanno domande strane pensando che “io” sappia tutto.

L’associazione d’idee potrebbe continuare per ore…

Tanto per dire no… come faccio a non pensare alla goduria di una mostra come quella di Manet al Vittoriano?

Non ci pensiamo mai, ma la nostra vita è resa unica e … e l’arcobaleno? Mi piace da matti l’arcobaleno, i fuochi d’artificio… faccio chilometri per vedere i fuochi d’artificio… e…

 

 

h1

dopo ci sarà il silenzio

4 giugno 2012

Dopo ci sarà il silenzio
delle frasi non dette
del tempo perduto
nell’ombra ad aspettare
ci saranno oggetti
ed ancora un segno rosso sul muro.
I fantasmi verranno fuori
dagli angoli già impolverati
balleranno
si sdraieranno sui loro troni
e regneranno
sul tempo
sulle pietre.
Non ci sarà nessuno a fermarli.
Nessuno che abbia avuto meno
paura di vivere.

h1

in punta di rap

23 maggio 2012
Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.