Archive for marzo 2009

h1

CANNE NON AL VENTO

23 marzo 2009

IMG_0085Reduce da un fine settimana nella città dove sono nata, diventata una metropoli nordafricana, sono ormai convinta che c’è  un virus che colpisce tutti coloro che vivono a Roma: il menefregoditeepensosoloame. Non so come si prende e come si trasmette ma è una malattia che colpisce anche coloro che collegano la città con il resto del mondo. Vedi nuova compagnia italiana di volo, che ti lascia per un quarto d’ora in piedi dentro un pullmann (lo stuard stava risolvendo un SUO problema),prima di farti attraversare chilometri di campagna per imbarcarti su aerei dove tutti sono tristi e scostanti. Il virus colpisce tutti i luoghi pubblici: alla stazione, dentro i bar, sui treni regionali, per strada. Tutti ti urtano, ti sopravvanzano, non fanno la fila, spingono. E non ti chiedono scusa.Dentro la metro tutti con gli occhi bassi si stringono al petto le borse, i fortunati seduti estraniati dalla lettura. (Ho visto un tipo sul treno con il doppio mattone delle Cronache di Narnia). Nessuno sorride. Suonerie astruse e dialoghi telefonici come se lo scompartimento del treno non fosse strapieno. Solitudine e paura. E’ questo ciò che caratterizza coloro che si ammalano per questo virus. Piantati nei loro piccoli giardinetti di egoismo come canne secche, non al vento della vita. Preferisco vivere in un piccolo paese vicino al mare.

Colonna sonora La sinfonia n. 38 in Re maggiore K 504 di  Wolfang Amadeus Mozart

h1

Il caso

11 marzo 2009

A questo mondo nulla accade per caso. C’è chi lo chiama destino, chi coincidenza, chi fato.

Silone diceva che il concetto di destino era una invenzione delle persone fiacche e rassegnate.

Ma non è questione di stare immobili ad espettare che passi il destino, ma di saperlo riconoscere e prenderlo sottobraccio. 

Colonna sonora You are my destiny Paul Anka

h1

Non è Oloferne

4 marzo 2009

JG89~Giuditta-PostersE’ l’anticipazione della fine di un ministro di questo governo che vuole mandare le donne in pensione a sessantacinque (dico sessantacinque) anni.

Poi dici che a una gli vengono i nervi e si vendica.

Poi gli uomini dicono che le donne sono castranti.

E ci credo! Questo "onorevole" capisce del lavoro delle donne come capisce di economia.

E’ lui, i capelli sono gli stessi, che lui cucciolo, è sempre spettinato come se si fosse alzato in quel momento dal riposino. Questo Nobel mancato, che non ha una idea nemmeno se gliela trapiantano, si nasconde dietro l’Europa, perchè lo sa che ha detto, proposto, discusso, di una cazzata.

Giuditte di tutto il mondo uniamoci.

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.