h1

9 settembre 2013

E’ un mese che non scrivo in questo spazio. Il tempo se n’è scivolato via. Liquido. Occupando gli spazi con gli amici, sorelle, figlie, mariti, medici, e ora di nuovo riunioni e progetti. Mi scappa via tra le mani ‘sto tempo.

Forse perchè sono serena e tranquilla? Forse perchè non c’è nessun dolore, nessuna passione, ne desiderio che…? Scorre indifferente e limpido come un grande fiume.

Non mi fa nessun effetto nemmeno tutto il circo del “il Governo cade” “Non accettiamo ricatti” etc. etc. Nè i ragazzini deputati sui tetti,  invece che essere istituzione. Nè le cazzate di Grillo e il Porcellum, e Cernobbio che ascolta Casaleggio. Imu, Tares, Tasse e Decreti Legge. Qualche brivido quando Renzi accenna alla speranza, o Barca mi riporta alla ragione. Ma tutto è già visto, già detto.

Tremo solo quando mi fanno vedere la guerra in Siria e Putin e Obama si stringono la mano ma non si guardano in faccia. E mi chiedo dov’erano tutte queste anime belle che non vogliono la guerra, nè che Obama faccia il poliziotto del mondo, dov’erano quando Blair e Bush decidevano di bombardare l’Iraq, con la farsa di PowellI, con la boccetta di antrace all’Onu. Muoiono a centinaia di migliaia e il mondo gira la testa dall’altra parte. Fatti loro.

Corsi e ricorsi storici. E tutto si ripete. Dopo la rivoluzione del popolo, i borghesi si spaventano e si alleano con i reazionari, perchè “si stava meglio quando si stava peggio”. E’ successo dopo la rivoluzione del 1789, del 1848, e si è ripetuto nel tempo fino ad arrivare in Tunisia, in Libia, in Egitto e succederà anche in Siria. A riprova che l’uomo non impara dagli errori altrui. Ci deve sbattere il muso.

Insomma è ritornato l’autunno. Ieri era già buio e l’orologio diceva che era ancora presto per apparecchiare la tavola.

Si mettono via gli asciugamani da spiaggia, (solo uno per gli ultimi bagni), si vendemmia, si ricomincia a scuola.

E Berlusconi ancora occupa le prime pagine.  

 

Advertisements

6 commenti

  1. Un post un po’ amaro e sconsolato, il tuo, cara amica…si vede che stiamo perdendo ogni entusiasmo e non parlo, questa volta, solo di politica o di equilibri internazionali…e non credo sia colpa dell’autunno, se le nostre foglie ingialliscono sui rami della nostra vita…


    • Hai ragione Bar. amara e sconsolata. Nessuno che addolcisca nessuno che consoli. Mi sto ingiallendo? E come un flash Ungaretti appare in tutta la sua forza. “Si sta/come d’autunno/sugli alberi/le foglie.”
      Mi sento in guerra? Forse mentalmente. Si hai ragione. Resisto.


  2. bisogna pur trovare una propria via di sopravvivenza
    ci ho piacere che anche Tu stia cedendo al tuo Io dominante nuovo


    • Fracatz, veramente il mio Io è dolorante e non vorrebbe sopravvivere, vorrei avere la forza di essere “imperdonabile”, come le donne del libro che sto leggendo. 🙂


  3. bentornata



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: