Archive for marzo 2011

h1

Paura eh?!

25 marzo 2011

A dir la verità sono preoccupata.
Mi devo allontanare da casa per una settimana.
Niente giornali, o TV o radio
Niente di niente.
Il cellulare per chiamare la mia "bambina" e stop.

Ora:
l'ultima volta che sono stata in viaggio è scoppiata una guerra.

La volta precedente un terremoto.

Ma allora ditelo!
Così la prossima volta che decido di accompagnare i ragazzi in gita dico di no.

Comunque sono felice di riabbracciare questo uomo-oggetto.
E' un pò che non ci vedevamo…
Ma lui se li porta bene gli anni che passano, porcapupazza!

imagesCAARV88V

Annunci
h1

Echecaspita!

21 marzo 2011

Mi allontano da casa per un paio di giorni e quando torno è scoppiata una guerra!

Accendo la TV: un paio di ex fascisti  con voce roboante fanno dichiarazioni nazionaliste e offrono bombardieri come se fossero mazzi di fiori. (italiani)

Poi gli stessi capiscono di aver fatto un casino di competenze e che forse l'ONU non aveva proprio detto di bombardare ma di controllare. Allora chiamano la mamma Nato… che organizzi meglio la cosa, altrimenti loro si riprendono i giocattoli. (italiani)

Se non fosse che stiamo parlando di fame, dolore, sangue e morte, sembreremmo all'asilo infantile.(italiano)

Ma occorreva arrivare a questo punto? Non ci si poteva muovere attraverso la diplomazia? Le sanzioni?

E meno male che il nanetto era amico del beduino… se non fossero stati amici che avremmo deciso di fare come nazione italiana. E i leghisti non vogliono casini africani ma s'incazzano se gli stessi africani arrivano dalle loro parti e gli sparerebbero non dagli aerei ma in linea retta.

 Volenti o nolenti questi incapaci incompetenti decidono per tutti noi.

Chissà se ci pensano quelli che oggi sono andati al Tribunale di Milano ad applaudire il Ghedini e il Russo che lo difendendono. Lui non c'era.
Troppo impegnato a giocare a fare il PdC.

h1

Risorgere si può

17 marzo 2011

3624727435

h1

Declinare al futuro p.v.

11 marzo 2011

Quando sarò capace d'amare
probabilmente non avrò bisogno
di assassinare in segreto mio padre
né di far l'amore con mia madre in sogno.
Quando sarò capace d'amare
con la mia donna non avrò nemmeno
la prepotenza e la fragilità
di un uomo bambino.
Quando sarò capace d'amare
vorrò una donna che ci sia davvero
che non affolli la mia esistenza
ma non mi stia lontana neanche col pensiero.
Vorrò una donna che se io accarezzo
una poltrona, un libro o una rosa
lei avrebbe voglia di essere solo
quella cosa.
Quando sarò capace d'amare
vorrò una donna che non cambi mai
ma dalle grandi alle piccole cose
tutto avrà un senso perché esiste lei.
Potrò guardare dentro al suo cuore
e avvicinarmi al suo mistero
non come quando io ragiono
ma come quando respiro.
Quando sarò capace d'amare
farò l'amore come mi viene
senza la smania di dimostrare
senza chiedere mai se siamo stati bene.
E nel silenzio delle notti
con gli occhi stanchi e l'animo gioioso
percepire che anche il sonno è vita
e non riposo.
Quando sarò capace d'amare
mi piacerebbe un amore
che non avesse alcun appuntamento
col dovere
un amore senza sensi di colpa
senza alcun rimorso
egoista e naturale come un fiume
che fa il suo corso.
Senza cattive o buone azioni
senza altre strane deviazioni
che se anche il fiume le potesse avere
andrebbe sempre al mare.
Così vorrei amare.
Giorgio Gaber

Non mi hai mai appassionato Gaber, anzi a volte mi è stato proprio sullo stomaco. L'altro giorno, (il giorno del rispetto per la propria vagina) mi sono imbattuta in questa"poesia" che mi è sembrata davvero una dichiarazione d'intenti onesta.
Sapere ciò che si vuole e aspettare di essere maturi per realizzarlo.. raggiungerlo, conquistarlo.
Non è forse questo vivere?

Dedicato agli uomini che incontro qui e non incontro più lì.
P.S.
ringrazio dell'offerta di "sostegno" da parte di qualcuno ma, caro blogger, pensa se non ti piacessi… che disastro!

h1

I monologhi della vagina

8 marzo 2011

Croce e delizia della nostra vita.

h1

le poveracce de la sora cesira

7 marzo 2011
Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.