h1

Quasi…

18 marzo 2012

E’ primavera!

pasqua 008

gita e fiori 071 Nicolo' 019 Nicolo' 018 

Ieri ho visto anche l’advanced party  rondinoso mentre andavo da Franca, con la quale ci ripromettevamo di incontrarci da un sacco di tempo.

Ci siamo sedute ad un tavolino all’aperto, per il nostro aperitivo, e ci siamo raccontate una vita. Che poi è bello parlare con chi capisce i tuoi problemi, i tuoi pensieri. Senza dover spiegare

E’ primavera e gironzolando tra una vetrina e un’altra, mi sono incantata davanti a un paio d’orecchini:

“Ma che meraviglia!”

“Venga li provi…”

Mo’, non è che l’orafo invita tutti quelli che si fermano davanti al suo negozio, è che conosceva Franca.

“No, no, ci mancherebbe…” che io sono sempre molto timida..

“Ma si levi, questa soddisfazione!”

E mi sono messa all’orecchio uno (uno, che tutti e due non ho avuto il coraggio) di quelle meraviglie di corallo e giada. Che quando ho saputo che costano più di mezzo mio stipendio mi stava per venire un coccolone, ma guardandomi nello specchio mi sono vista davvero bella, sirenosa, voluttuosa.

“Li ho fatti io…” e solo perchè un uomo sa inventare cose così “belle”, mi ha riconciliato con il mondo intero.

Ce ne siamo andate io e Franca ridendo delle nostre povertà… “Se mi pagano gli straordinari me li compro”. Del tipo che straordinari nel mio lavoro non se ne fanno e il rosso e il verde e l’oro resterà un desiderio commovente e tenero.

Perchè è primavera e un vestito rosso a pois bianchi ti pare possibile da indossare anche se non hai più vent’anni.

Lungo la strada del ritorno canticchiavo con la radio, e mi sentivo leggera. Nessuno in giro, la strada tutta mia. Buio pesto, le stelle e poi all’impovviso su al valico la nebbia. E mi sentivo protetta e non avevo paura. Profumo intenso, che la Franca mi ha regalato una confezione di piccole pansè…profumate e viola che ora mi riempiono gli occhi tutte le volte che alzo lo sguardo.

E’ primavera e tutto pare star lì lì per esplodere. Le gemme, l’erba, le nuove nascite, i sindacati e pure i partiti.

Sissi, arriva il cambiamento. Viavia: il vecchio il passato gli errori.

Almeno oggi lasciatemi essere leggera. Nessuna pesantezza, nessun dolore.

E’ primavera.

Al mare stamani c’era qualcuno in costume che si godeva coraggiosamente una giornata calda e senza vento.

Domani si ricomincia, ma oggi e quasi primavera.

 

7 commenti

  1. ecco quello che aamo delle donne
    ho piacere che la primavera ti faccia un buon effetto, come a noi tutti pazzerelloni, rinite allergica a parte


    • se ancora ti viene la rinite, vuol dire che sei ggggiovaane..


  2. OCCUPAZIONE IMPERTINENTE DI SPAZIO BLOG

    Sottotitolo: Determinismo naturalistico o imprevedibilità della condotta umana????

    Noooooooo, com’è che sei riuscita a percorrere nientepocodimenoche 35 km per andare a trovare un’amica a Pula???????? non dirmi che è stata la macchina con evento del tutto naturale a mettersi in moto e condurti da sola fino la. No aspetta ho capito: non controlli più la tua volontà che stanca di darti retta si è ribellata e ha deciso di fare come voleva lei. Comunque sia andata in questa triste vicenda deve essere stato difficile per te. Ti sono molto vicina comunque per lo sforzo che hai fatto…ora però cerca di farlo più grande e percorri anche gli altri trenta chilometri che ti portano fino a Cagliari….ti aspetto al più presto per un buonissimissimo aperitivo al libarium con tanto di vista stratosferica sulla città.
    Forse non te lo ricordi ma anche a Cagliari ci sono tantissimi negozianti pronti, ma che dico pronti….prontissimi a venderti qualsiasi cosa anche senza conoscerti…te l’assicuro. In ogni caso tranquilla, Io sono un’amica paziente, lo sai, aspetterò che la tua metapsicofisica* sia pronta….
    tu però nel frattempo organizzati altrimenti ( e qui scatta la minaccia ) vedrai sparire una ad una le tue amate tartarughine….
    sempre con tanto affetto, Mo

    liberamente tratto dal “diario di un’amica gelosa”

    Ps. forse non te ne sei accorta ma ti comunico che la primavera non esiste più. E’ una vecchia desueta mezzastagione.
    Kiss

    * La soluzione Frankliana al dilemma che contrappone i sostenitori del determinismo naturalistico e i difensori della imprevedibilità della condotta umana è evidentemente di tipo dimensionale. Il fenomeno originario della libera volontà, disponibile all’evidenza della coscienza naturale (senso comune ) ma non direttamente al metodo naturalistico delle scienze empiriche, appartiene infatti all’ambito della meta-psicofisica. La scienza naturale in quanto ha per oggetto l’organismo psicofisico – e non la persona spirituale – deve necessariamente agire come se l’uomo fosse semplicemente un sistema nervoso e come tale non libero. Ma questa non libertà rappresenta una finzione metodologica.
    Nella prospettiva di una ontologia dimensionale, la necessità e la libertà non si trovano pertanto sullo stesso piano: esse sono due proiezioni apparentemente incompatibili di un unico fenomeno, la cui conciliazione va ricercata ad un livello integrativo più elevato. Nell’affrontare il problema della libertà della volontà, si deve allora evitare la confusione tra i diversi strati dell’essere: “non si può essere un po’ determinista e un altro po’ antideterminista. Sarebbe come voler essere un po’ teisti e un po’ atei. (…) La necessità e la libertà non stanno sullo stesso piano: la libertà supera e trascende ogni necessità…(….) Il regno della necessità è un presupposto per il regno della libertà.
    “AUTOTRASCENDENZA E FORMAZIONE. ESPERIENZA ESISTENZIALE, PROSPETTIVE PEDAGOGICHE E SOLLECITAZIONI EDUCATIVE NEL PENSIERO DI VIKTOR E. FRANKL DI DANIELE BRUZZONE


    • Tu sei matta!🙂


      • un pochino si….;-)


  3. Bella la primavera, l’adoro! Qui sta fiorendo tutto! Oggi è il primo giorno di primavera, perchè essendo anno bisestile inizia oggi e non domani.
    Nei prossimi giorni andrò a fare delle belle foto in giro, perchè qui giardini, lungolago e case in primavera diventano tutto un fiore. Imperdibile!
    Buona primavera! (voglio la foto col vestitino a pois, assolutamente!!)


    • Didi, a parte che la concezione del tempo, ma anche quella meteo, e quella astrologica è mooolto soggettiva, il vestito a pois, l’ho misurato (coraggiosamente), ma costava troppo…
      Se t’interessa e lo trovo sul web lo posto.
      😀



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: