h1

Piccoli e neri

5 febbraio 2012

Penoso.

Non c’è altro aggettivo per qualificare la scelta del sindaco di Roma di giocare allo scarica barile.

 E’ lo sport preferito dagli italiani, da Mussolini in poi.

Non abbiamo vinto la guerra per colpa dell’Esercito che remava contro. Così affermavano i fascisti, e ancora oggi ripetono i nostalgici, per difendere le scelte disastrose di un mascalzone megalomane.

Evidentemente Mussolini incarnava molto bene lo spirito dell’italiano medio, che ha sempre necessità di appoggiarsi a qualcuno,  e che non vuole però mai assumersi una responsabilità.

Lo seguì nel comportamento la monarchia, che lasciò soli gli italiani in mano ai nazisti. E poi a seguire i democristiani che si fecero aiutare dagli americani negli anni ’60, e attraverso i loro servizi segreti ci servirono qualche strage, tanto per non permettere l’ascesa del PCI, oltre il 38 %.

E ancora e ancora. Fino al ministro a cui hanno comprato una casa a sua insaputa. Fino a Rutelli firmava bilanci in cui un partito, che non c’era più da due anni, pagava consulenze per 5 milioni di euro.

Alemanno è nel orso della storia.

La prima cosa che ha fatto non è stato chiedere scusa ai romani per una giornata tragica in cui le sue ordinanze contraddittorie hanno fatto più guai che altro; no, la prima cosa che ha fatto è stato strillare che lui non ha colpe che le colpe sono della protezione civile.

Che quando c’era lui si stava meglio.

Lui non è Mussolini ma Bertolaso, quello corrotto e con la faccia talmente tosta da affermare che i massaggi nello sport village a mezzanotte erano per la cervicale.

Ma tanto gli italiani hanno la memoria corta.

Poi ci si chiede perché nel mondo non hanno fiducia negli italiani, perché non si fidano di noi, perché lo spread, certamente in un contesto di crisi mondiale, continua ad essere ingiustificatamente alto.

E’ che siamo piccoli e fragili come i bambini dell’asilo che pestano i piedi e piangono e sono pronti a puntare il dito: “Non è colpa mia….”  

Siamo? Veramente sono…

Sono i partiti, i sindacati, i governi… poi arriva un professore di destra che decide qualcosa e sono tutti pronti a gridare al miracolo.

Ma se un sindaco non si assume la responsabilità, se un partito, un governo, un…

Poi non è facile pensare che possiamo fare a meno di un sindaco, un partito, un governo.

4 commenti

  1. E’ vero, Frà. Ci sono un sacco di fili conduttori che legano questo tuo post al mio. Ma penso (spero) che ci siano anche molti italiani che la pensino così in questo momento…che abbiano questo stesso disgusto, questa stanchezza senza troppa rassegnazione…


  2. Il problema è Bar, che tutti si lamentano ma nessuno sa bene cosa vuole davvero.
    Io sono sicura che non voglio nè Monti nè Passera, in un prossimo futuro a governarmi.

    Meglio Vendola. Pisapia. Idee chiare e precise.

    Stimo Bersani ma è arrivato il momento di essere meno “responsabili”, con chi non è stato fin’ora.


  3. Alemanno? Piccolo e nero


  4. purtroppo quando i sordi so’ finiti, allora si spendono tante chiacchiere
    non appena il governo ha garantito le spese, allora oggi sono scesi in campo fin dal mattino a buttà sale



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: