h1

Imprevisti

2 febbraio 2012

E’ inverno, e fa freddo. Non credo sia un imprevisto. Da quando ero una bambina delle elementari sò che il nord italia ha un clima continentale:estati calde, inverni freddi. Per questo non mi spiego questo dispiegamento dei media che occupano gran parte dei minuti a disposizione per comunicare che a Torino ha nevicato e a Milano hanno dovuto spalare e gettare il sale per le strade. Echec… non è un imprevisto: è la normalità!

Non è previsto che un treno con duemila persone a bordo, sia bloccato in mezzo al nulla, senza che nessuno intervenga per SEI ORE SEI. Roba da arrestare tutte le FF.SS.(penso ai bambini, ai vecchi, ai deboli e fragili, su quel treno, senza mangiare e senza riscaldamento)

E’ inverno e c’è la crisi. Non è imprevisto nemmeno questo. Chi da anni gridava alla luna che eravamo governati da incapaci, corrotti e incoscienti, se lo aspettava. Eccome se se lo aspettava. Come si aspettava che venisse chiamato il tecnico per il lavoro sporco. Che i partiti non hanno avuto il coraggio di andare a votare, con questa legge elettorale, (a ragione, ma si sbrighino a farne una che mi sento imprigionata). Come ci aspettavamo che il cetriolo cadesse sempre nel culo dell’ortolano. O l’ombrello di Altan nel culo dell’operaio. Echec… non è un imprevisto: è la normalità!

Non è previsto che il presidente del consiglio di un governo tecnico vada in TV (di proprietà del nano), per ringraziarlo e dire che sono sempre in contatto, e per dire ai giovani che fare sempre lo stesso lavoro è noioso. Roba da rimandarlo in Europa a litigare con Microsoft. Penso al PD che sostiene questo governo di destra, nemmeno tanto sotto copertura, penso a tutti quegli italiani senza lavoro, ai precari, ai giovani costretti ad andarsene dall’Italia…

Questi l’Italia non sanno nemmeno da cosa è fatta. Non solo di banche Monti, non solo…

6 commenti

  1. Era previsto invece che la grande stimata Wislawa Szymborska prima o poi se ne volasse via e ci venissero a mancare i suoi versi semplici e illuminanti:

    ” […]Chi non conosce l’amore felice
    dica pure che in nessun luogo esiste l’amore felice.

    Con tale fede gli sarà più semplice vivere e morire.”

    da Un amore felice in Vista con granello di sabbia


  2. la repubblica delle banane è più seria di noi…
    forse ciò che ho detto è un luogo comune, ma non me ne fregfa niente…

    tenebrae


    • Ten
      che problemi ti fai? Qui non c’è un obbligo di originalità a tutti i costi. Ma desiderio di discussione sulla vita e tutto il resto.
      Grazie della visita.


  3. Siamo sempre i soliti illusi, Frà…ci siamo illusi che, dopo Berlusconi e il berlusconismo, arrivasse il “tecnico”, l’angelo salvatore con la spada che facesse giustizia…

    E, invece… che tristezza anche oggi sentire quei discorsi sull’art. 18 che non è un tabù, sul lavoro e la “noia del posto fisso” che i giovani se lo devono dimenticare… Gli ha risposto bene il Pierluigi, dicendo che “la noia” viene a chi il posto fisso ce lo ha già, non ai disoccupati che lo hanno perduto o agli inoccupati che non lo hanno mai avuto…

    Il vero tabù di questi “finanzieri degli scontrini di cassa” è non avere il coraggio e le palle di fare la patrimoniale sui depositi bancari, di tassare i ricchi, di avere sempre quella spocchia nei confronti delle piazze, delle manifestazioni.

    C’è un Paese in ginocchio e si finge di non vedere, di non sentire…


    • No no Bar.
      Io non mi ero illusa per niente.
      Non faccio altro che discutere con mia sorella, in lunghe telefonate, sulla necessità di tener gli occhi bene aperti e non fidarsi.
      Siamo talmente stanchi che vorremmo lasciarsi andare alla speranza del cambiamento.
      Monti è uno di destra, con un senso dello Stato dignitoso e fiero, ma di destra.
      Ci ricatta e ci mette paura…
      Ma non sa cos’è l’equità, tanto sbandierata. Non può saperlo.
      Non vive tra le persone normali. Lui è l’elite.
      E sti cazzi…

      Non sono disposta a concedergli nemmeno, ma nemmeno, un pizzico di fiducia.
      Ci farà a pezzettini, per amore delle banche e assicurazioni, poi ci lascerà nelle mani di Casini. Nei casini, pardon. Quelli democratici.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: