h1

CUI PRODEST

16 ottobre 2011

Il cuore chiuso in una morsa, e gli occhi spalancati sul video: riconoscevo i luoghi meravigliosi della mia città…
Ecco, via Cavour, ma si l'angolo, per la basilica, e ma che fanno? Ma sono pazzi?!
Un pomeriggio passato così: a veder devastare luoghi, idee, pensieri positivi,  forze dell'ordine… stringendomi sempre più  spalle e pensieri, tra l'impotenza e la frustrazione.

Sugli schermi di tutto il mondo, si è palesata materialmente la nostra crisi, morale, civile e pratica.
Senza organizzazione chi manifestava, senza organizzazione chi aveva il compito di "ordinare", senza organizzazione una città intera, il questore, il prefetto…

Forse cento ragazzi, duecento (!?), anche se il questore ha subito affermato 4mila, (per non pagare dazio), super organizzati, con spranghe e molotov, bombe carta e caschi, hanno avuto ragione di una città di 3milioni di abitanti.

A sera, quando ancora mi sembrava di sentire odore di bruciato e di gomma, e provavo pena e pietà per quei poveracci di finanzieri che non sapevano che fare, quegli autisti dei carabinieri che continuavano a fare caroselli per poi essere bloccati e fuggire, mi sono arresa.

Quando ho spento, molto tardi, la TV, ho pensato che i cosidetti Black block non sono molto diversi dai pescecani di Wall Street.
Dagli speculatori finanziari che se ne fregano delle conseguenze delle loro azioni;che mettere stati, umiliare lavoratori, far entrare in crisi una intera società, a loro "non gliene pò frega di meno".
L'importante è stare al centro dell'attenzione, agire in primo piano, prendersi lo spazio degli altri, egoisti e vendicativi come solo le carogne senza arte nè parte, nascoste nel buio di un PC o dietro un passamontagna, sanno essere.
Speculatori finanziari (per conto dell'' 1% dei ricchi del mondo) come i black block (1% dei 99% indignati del mondo)

Indignati democratici e pacifisti….ma impotenti.

Basterebbe avere un pò di iniziativa invece che farsi bloccare: anima, corpo e speranze, da questi pezzi di merda.
Una delle immagini che più mi inorridivano erano tutti quei giornalisti, con fotocamere, telecamere in mano che giravano in mezzo a quei delinquenti. I curiosi con i telefonini che riprendevano lo sfascismo.
Sarebbero bastati loro, con un pò di coraggio, tutti insieme, a fermare quei teppistelli, invece che cercare lo scoop.
Invece c'è chi cerca solo la notizia, con la speranza di guadagnarci qualcosa, invece che unirsi a chi vuole fermare lo scempio.
Non se ne esce se non tutti uniti contro i black block, quelli Wall Street e quelli di S.Giovanni.

9 commenti

  1. Frà, cerco di rispondere alla domanda che ti poni nel titolo del tuo post.

    A chi giova? Al potere. Quei teppisti (quando ho saputo che in mezzo ai Black bloc, oltre quelli dei Centri sociali, ci sono anche gli ultrà da stadio, mi sono incazzato anche di più) fanno rinforzare il Governo. Lo giustificano in un momento di crisi politica: se l'Esecutivo farà leggi più repressive per le manifestazioni di piazza (che, come le intercettazioni, danno fastidio al Palazzo), il Paese civile, fatto dalla gente comune che, ieri, voleva manifestare pacificamente, ma che è altrettanto infastidito dal vedere strade, auto, insegne stradali, vetrine di negozi e banche, distrutte, non potrà opporsi. Giova al potere, perchè l'opposizione, per prendere le distanze dal vandalismo, si stringerà dentro al Palazzo, più vicina alle forze di governo.

    Il risultato è che una grande manifestazione politica di protesta è bruciata dentro quelle camionette dei carabinieri. Nemmeno se n'è parlato più di quanti erano andati da tutta Italia per partecipare a quel corteo pacifico, non si è detto nemmeno di un comizio finale che avrebbe dovuto svolgersi in Piazza San Giovanni e non si è tenuto più. I fotografi, i cineoperatori, le televisioni hanno ripreso soltanto quei teppisti che lanciavano sassi e bottiglie e sfasciavano vetrine. La stampa era solo a caccia di notizie ed immagini violente. La violenza fa vendere molto di più i giornali rispetto a tante bandiere e strisiconi che sfilano pacificamente.


  2. Eh comunque no, io non mi sarei azzardata a cercare di fermare della gente armata di bastoni, e se mi ammazzano? I poliziotti erano li per questo. Pero' anche loro sono ragazzi..ho sentito che pure un carabiniere è stato preso da un infarto ieri. Però che schifo.. indignazione. Ecco tutto quello che ho da dire.. sono schifata da come hanno rovinato tutto..


  3. Bar ovviamente la mia domanda era retorica..
    Concordo in tutto quello che hai scritto.
    E per confermarti che siamo in tanti… ti consiglio questo

    http://hovistocosechevoiumani.wordpress.com/

    Il post dal titolo "sono ancora più indignato" riporta una strategia purtroppo molto ben conosciuta…

    Qualcuno ha fatto scuola e un 68ottino, che era dall'altra parte, e che ora è ministro dell'interno, la lezione sembra averla imparata bene.

    Okkio, che ci fregano tutti.


  4. il nemico
    non sai mai dove si nasconde
    magari stà lì, dietro l'angolo
    estote parati


  5. secondo me il corteo, come tale,
    è una forma di protesta ormai vecchia, superata
    non significativa.
    E che d'altronde si presta facilmente a essere partecipato non da tutti ma da troppi.

    L'occupazione di un luogo che possa diventare "simbolo"
    è sicuramente di migliore efficacia secondo me.

    E magari ci va chi ci crede davvero
    non poi tutti quei ragazzetti con la canna in mano
    e il bottiglione di plastica pieno di vino.


  6. c'è ua vignetta molto bella di un tale che ho beccato ieri qua su splinder..insomma il tipo, rigorosamente in biancoe nero, ha ritratto da una parte tutta una folla, educata, rispettosa che chiedeva appunto rispetto, equità sociale, giustizia, pace, garanzie, insomma, cia siam capiti. Dall'altra parte una minuscolissima adunanza di teste di cazzo, che imitano i black blok(che questi sono addirittura l'imitazine riuscita male dei già inutili blok che all'epoca devastarono seattle) circondati da giganteschi micorofoni dei media e da telecamere di ogni tipo.
    Questo vogliono..

    ciao fra, non ci conosciamo però me pio sta confidenza. posso?

    cia


  7. Kiut… siamo qui per questo!
    Per confidenziari con chi passa… e speriamo ritorni.

    Benvenuta! Il tuo commento mi trova moooolto d'accordo: nel mondo dell'immagine si fa di tutto per apparire almeno una volta in TV. Per dire: io c'ero! Ho le prove.


  8. La cosa triste è che per colpa di quei teppisti, senza idee, senza valori, sia andata in fumo una manifestazione che interessava tutti, che riguardava anche i diritti ed il futuro di quei teppisti con la testa di cazzo…


  9. ma infatti…
    a me la storia di quella tipa che le hanno bruciato la macchina mi fa troppo stranire…
    questa fa la cameriera..e massimo rispetto che io la cameriera l'ho fatta e davvero ti spacchi il culo, insomma poi ero anche una pischella ma farlo da grandi come lavoro serio, da fare tutti i giorni davvero tanto di cappello..insomma sta tipa che c'ha anche un figlio, da sola, mo se ritrova senza macchina senza seggiolino per il bibmbo…
    e la cosa grave è che non è manco la solita cazzata da fumettone per rendere il tutto ancora più melodrammatico.

    madonna che pippa fra, sorry.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: