h1

Il mugnaio e la legge

13 gennaio 2011

Un certo Arnold, mugnaio di Sans-Souci (Potsdam), aveva chiesto al re giustizia nei confronti di alcuni giudici che avevano mal giudicato su un caso.
Allora il re, convintosi delle buone ragioni del mugnaio, disse che c'era un giudice a Berlino – il tribunale penale – al quale avrebbe dovuto rivolgersi per ottenere soddisfazione. Ma siccome il giudizio penale si concluse con l'assoluzione dei giudici incriminati,
Ci sono de' Giudici a Berlino, aveva risposto trent'anni prima, a chi
lo minacciava d'espropriazione, il mugnaio di Potsdam, che non volle mai
vendere il suo mulino a vento sul poggio di Sans-Souci; e Federico Re lo rispettò, lui e il suo
mulino, senza bisogno di giudici; oggi invece il mugnaio Arnold ebbe,
contro i giudici di Berlino, e bisogno del Re".
Il re, sembrandogli che la decisione fosse stata effetto di spirito di corpo (cane non morde cane) intervenne direttamente e pesantemente, destituendo i responsabili e condannandoli a un anno di prigione oltre al risarcimento dei danni a favore del mugnaio Arnold .

Una dei piccoli piaceri della vita
Saper che l'art.3 della Costituzione Italiana è in vigore.

Annunci

5 commenti

  1. Frà, se, come penso, ti riferisci alla sentenza della Corte costituzionale sul legittimo impedimento che voleva garantire che non siamo tutti uguali davanti alla legge, anche stasera da Santoro dicevano che è una sentenza-compromesso. Purtroppo, alcuni giudici erano a favore dello "scudo giustizia" a Berlusconi…il cancro si sta diffondendo ovunque nei nostri organi istituzionali, purtroppo..


  2. Rivoluzione ci vuole!
    🙂


  3. Dai Bar, cosa ti aspettavi da questi cappelloni ultracentenari, che avessero il coraggio di mettersi a muso duro contro un Governo?

    L'impedimento esisteva anche prima, se sono malato col quasi che il giudice mi convoca. Almeno che non giudichi importante sentirmi lo stesso e allora ordina che venga portata in barella.
    Ma certo che non risolve il conflitto che i Mavalà di turno organizzeranno ad ogni udienza.

    Ma la sentenza dice che il ricorso sula legge del leggittimo impedimento è accolto perchè questo contrasta con l'art. 3 e l'art.138 della nostra Costituzione.
    Vediamola in positivo.

    Cio non toglie che come dice Falcone: ci vuole la rivoluzione.
    A questo proposito ho scritto un post.


  4. Frà, io il tuo post successivo l'ho letto, ma il fatto mi perplime ugualmente.


  5. scusa potresti spiegare meglio il pezzo che va dal giudizio penale in poi non è chiaro…



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: