h1

Ne vogliamo parlare?

14 luglio 2010

Sul paginone centrale della Repubblica di oggi c'è un servizio a proposito della Comunity…
Di questi "posti" che ci permettono di incontrarci, scambiare opinioni, informazioni, discutere, litigare, innamorarci e odiarci..
Anche su Splinder (anche se ancora c'è qualcuno che va a caccia di numeri), si creano gruppi che leggono condividono postano e sostituiscono quello che una volta ero la piazza del paese: due o tre amici con cui uscire, commentare, guardare gli altri che passano.
Dopo una giornata di
lavoro è ovvio che hai voglia solo di cazzate, di quello che mia sorella chiama gli svuotacervello.
Rilassarsi un attimo, non pensare, anzi pensare attraverso la pancia più che con quello che hai usato per tutto il giorno per: difenderti, arrivare, superare, organizzare…
Eppure non è tempo per rilassarci.

Ma ci rendiamo conto in quale paese abbiamo vissuto. Lo sapevamo che c'era un legame tra mafia, potere,  soldi e politica, ma non in questi termini.
Almeno non a questi livelli….
Un giudice che promette cazzotti…..
Un generale che si fa fare le tende della villa con i soldi dello Stato…

E poi cene con visioni sui tetti di Roma a cui partecipano i capi dei capi…. un cardinale, il capo dei banchieri, un re,
manca solo un liocorno….

Ne vogliamo parlare cazzarola!

Siamo noi che abbiamo accettato tutto questo. Noi italiani borbonici che teniamo sempre famiglia!
Le donne in tutto questo sono solo il contorno. O puttane o accompagnatrici ufficiali. Draghi e signora! Il Bertone chi c'aveva con se? Qualche suora? O qualcuno più in alto?
E tremonti che arrogantemente afferma che non erano refusi ma che ha fatto la riforma delle pensioni senza un giorno di sciopero?
Io aspetto il 25 aprile non per vedere appeso il ducetto, ma per vedere la faccia  del piccolo starace con la erre moscia che si crede un grande economista e quella degli altri 16 gerarchetti….

3 commenti

  1. Smettere di confrontarci e informarci tramite canali diversi è ciò che dovremo fare mai.


  2. Ok. Ci vediamo fra trent'anni.


  3. Non mancherò.Ci puoi contare.So cucinare bene.E sono silenziosa.Insomma non rompo. E… ti puoi fidare.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: