h1

Rumori e suoni

24 gennaio 2010

Ieri sul terrazzo di casa c’era il sole.
Mi sono sdraiata annusando l’odore già di primavera. La mia ginestra sta per fiorire. Ho chiuso gli occhi e ho provato a riconoscere i suoni che arrivavano…. Oltre qualche passerotto… il resto erano rumori….
Allora ho pensato ai suoni che mi piacciono di più:

Mi piace sentire il suono della pioggia quando sto a letto, pioggia leggera e fine che devi stare attento(piove o no? Si piove!)
Non mi piace lo scrosciare delle grondaie.

Mi piace il ron ron del gatto quando fa le fusa dopo che ha mangiato, quando non lo fà perchè è un seduttivofigliodiputtana, ma perchè ti vuole bene…
Non mi piace il miagolio dei gatti in amore…

Mi piace il suono del vino… quando scivola nel bicchiere, con la sua rotondità ancora da svilluppare all’aria.
Non mi piace il botto del tappo esagerato, mi fa pensare alla troppa anidrida carbonica.

Mi piace sentire i bambini quando ridono al cinema guardando i cartoni animati.
Odio i commenti alla scene del film di quelli che mi stanno dietro.

Adoro la voce di Paul Stanley..
E Povia mi fa orrore.

Il frigolio dell’olio quando ci lasci scivolar dentro le zeppole.
Non sopporto il vociare ai  di Mc donalds, o nei ristoranti con una acustica pessima che devi alzare la voce per parlare.
Mi piace Mozart (tutto)
Non capisco Bach (quasi tutto)

Le frasi smozzicate dei romani
Le vocali chiuse dei milanesi non mi sono piacevoli, quelle gutturali dei tedeschi mi spaventano.

La voce più bella  Bogart: "Suonala ancora Sam"

Gli angeli devono avere una voce così…

3 commenti

  1. Diverse, anzi molte di quelle positive mi piacciono…indovina! Ciao


  2. A me piace il suono degli accenti (bolognese o toscano, e anche una donna con lieve accento francese…mi fa morire). Mi piace Mozart. e anche Bach. Mi piace il suono della pioggia…sì, anche quello…


  3. Ti invidio, Frà.

    Sei capace (ancora) di scrivere. E questo vuol dire che sei (ancora) viva e che vivi. Senti, soprattutto.

    Io non ci riesco più.

    Ho un blocco. Non solo di scrittura, ma anche di vita (credo).

    Riesco (ancora) a tirar fuori le mie sensazioni, le mie idee, i miei pensieri. Ma soltanto se parlo. Se chiacchiero. Ma non più mentre scrivo. Ora, mi viene alla mente qualcosa soltanto mentre guido e sono perso, fermo ad un semaforo. Penso che dovrei scrivere e mettere giù su carta (o su web) quel guizzo. Ma, poi, arrivo a casa e svanisce tutto. Evaporato nel nulla. E ritrovo quel vuoto.

    E’ un bel pezzo quello che hai scritto in questo post. Brava.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: