h1

Ritorno al passato.

29 novembre 2009

Dice che quando la moda torna indietro al già visto è perchè "sente" il bisogno di sicurezza della gggente.
Dice che quando si deve scegliere è più facile scegliere ciò che già si conosce, anche se fa male, anche se non siamo contenti.
Anche se soffriamo. (Il perchè è nei meandri della nostra mente. Abbiamo imparato a gestire il dolore, la frustrazione e…. sappiamo come fare.) Meglio il dolore che il cambiamento. Il dolore sappiamo gestirlo, il cambiamento è una caduta nel vuoto.
Noi cerchiamo la sicurezza, non rischiamo più.
Il futuro ci fa paura.
Sarà per questo che siamo così poco propensi a guardare al futuro.
Allo sviluppo.
A uno sviluppo sostenibile.
Sarà per questo che non ci frega niente di unirci insieme in una società che renda migliore il futuro dei nostri figli?
Sarà perchè per un periodo abbiamo creduto troppo nel domani?
E ora il domani ci fa paura, non lo controlliamo.
Guarda che abbiamo combinato con le nostre tecnologie…il mondo affoga nello smog. 
E’ per questo che cerchiamo il calduccio del nostro egoismo?
Che ci consoliamo con il tutto e subito?
Tutto e subito, tutto insieme e pensando solo all’oggi…. al piacere dell’oggi senza costruire per il domani del mondo.
Tutto insieme.
Maschio e femmina.
Male e bene.
Destra e sinistra.
Un grande calderone dove azzerare le scelte. La responsabilità personale.

P.S. Io toglierei la cittadinanza italiana a chi non paga le tasse.

Advertisements

7 commenti

  1. condivido totalmente! complimenti!


  2. Io pure. Però, sono più tollerante, ma anche più pessimista. L’uomo non è perfetto. E’ solo perfettibile, intanto che riesce a capire i suoi difetti e tutti i suoi errori passati e presenti è già arrivato alla fine della corsa.


  3. @fata medusa? Benvenuta! E grazie…

    @Bar che mi fai il "ma anche"….
    Mica parlavo della perfezione…. mica vorrei vivere in un mondo di "santi". Ma di onesti si, con se stessi e con il prossimo.
    Ciao amico.


  4. Parto dalla cittadinanza….

    ne restarono pochi………!

    Forse perchè il domani di ieri è giunto e non ci piace, tornare indietro a volte serve…ma solo per correggere gli errori. Ciao!


  5. @jouy non si possono correggere gli errori compiuti. Magari si potesse come su questo schermo. Come su un foglio di carta.
    Tirare una riga nera e via.
    Nella vita il rewind non vale.
    Non dovrebbe valere almeno.
    Mai pentirsi di ciò che si è "fatto". Di quello che si è scritto… forse…


  6. Per la psicoanalisi crescere consiste nel trovare nuovi giocattoli. Interpretazione negativa di questa massima: restiamo per sempre bambini, abbiamo con gli altri, la vita, noi stessi, lo stesso rapporto che intrattiene un bambino capriccioso con i suoi giocattoli (quando lo annoiano, li mette da parte).


  7. io la toglierei ai dementi 



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: