h1

Alcoa

21 novembre 2009

AIR_F-35_ALCOA_Parts_lgL’ALCOA è una multinazionale che in Sardegna ha la sua sede a Portovesme. L’acronimo Alcoa dipende dagli americani, significa infatti Al luminio Co mpany of America.
Si, gli americani sono venuti in Sardegna e grazie alle loro tecnologie, (noi sempre indietro in quanto a ricerca) hanno utilizzato l’alluminio e i lavoratori sardi, per diventare sempre più ricchi e importanti nel mondo. Infatti la produzione dell’alluminio dell’Alcoa è per importanza e quantità al terzo posto, dopo gli australiani e i russi. Quindi?
Quindi la domanda è: come mai una industria che produce uno dei prodotti più ricercati nelle nuove produzioni automobilistiche e aereospaziali chiude il suo stabilimento mandando a casa 2000 persone?
2000 persone vuol dire 2000 famiglie. Moltiplichiamo 2000 per una media di quattro persone a famiglia e si ha la misura della tragedia annunciata.
Eh si, perchè era già più di un annetto che l”Europa doveva decidere se multare o no L’Alcoa che aveva ricevuto un aiuto da parte dello Stato Italiano per  l’abbattimento dei costi energetici.
Perchè per produrre l’alluminio a prezzi vantaggiosi, per la sua lavorazione, tutto è effettuato  l’elettrolisi, che di energia elettrica ne abbisogna tanta… ma tanta….
Ora che l’Europa gli ha elevato la multa, gli americani offesi hanno annunciato: "Noi ce ne andiamo…."
Eh si, perchè a sto punto vanno da quache altra parte del mondo a rovinare l’ambiente e il territorio, e a sfruttare gli operai (in Africa per esempio?), e mentre i lavoratori e i sindacati chiedevano ai politici di interessarsi della cosa…. proprio un anno fa… Zac  che goduria per le Regionali sarde, con tanto di discesa in campo diretta, del grande Nano, che giunto nel Basso Sulcis aveva cominciato a promettere mari e monti… "Ghe pensi mi, telefono a Putin e in quattro e quattrotto…" 
Gli operai  per la prima volta nel Basso Sulcis hanno votato sua bassezza in massa. Quegli operai eredi di quei minatori che furono uccisi nel primo sciopero a Buggerru, quegli operai eredi di coloro che non hanno subito
i fascisti passivamente, quesgli operai che sono sempre stati il nocciolo duro della sinistra in Sardegna, quegli operai hanno votato in massa il partito delle libertà. Doveva pensarci il nanetto. Ma aveva troppe cose a cui pensare dopo aver fatto il pieno di voti e dato la Regione nelle mani del figlio del suo commercialista, (che la prima cosa che ha fatto è stata quella di cancellare la legge sulla tutela delle coste).  
Aveva troppe cose di cui curarsi.. il compleanno di una minorenne e i vestitini neri delle escort.
Se si va in giro da queste parti nessuno ha il coraggio di dire che lo ha votato, che gli ha creduto, che si è fidato.
Mi chiedo:" Ma c’è bisogno di scalarla una montagna per capire che è alta?"
Ora quegli perai si mettono il mefisto (per la vergogna di averlo votato?) salgono sulle torri a cento metri di altezza, fanno lo sciopero della fame, chiudono i cancelli, sequestrano (questo non si può dire) come in Francia gli A.D. poi vanno a Roma, si prendono un sacco di botte dai poliziotti, ottengono promesse dai vari scaiola, ritornano e aspettano sempre più incazzati.
Ora andranno a Roma.
Mi chiedo e chiedo loro, ma dopo aver svenduto la vostra dignità a uno che aveva già dimostrato la sua pochezza… cosa vi aspettavate che si prendesse cura di voi?
Non gli interessa… non gli interessate.. voi siete numeri…  e ora non gli servite….
Perchè lui è l’utilizzatore finale e voi avete già dato.

7 commenti

  1. Purtroppo, sono sempre più frequenti queste storie di multinazionali che vengono, prendono soldi e finanziamenti italiani e poi chiudono baracca e burattini e vanno altrove a sfruttare altra gente. Effetti della globalizzazione selvaggia? Un organo internazionale dovrebbe intervenire su questo fenomeno che si sta diffondendo a macchia d’olio. Visto che l’ONU non serve più (praticamente) a niente, sarebbe meglio e più utile trasformarlo e convertirlo in una commissione economica e finanziaria mondiale che esamini la “giustezza” di simili delocalizzazioni delle imprese e di questi “ricatti” economici. Ad una puntata di “Annozero” c’erano degli operai (anch’essi “sfrattati” da una di queste società straniere che avevano “rubato” tecnologie e professionalità italiane e poi delocalizzato in Messico) che chiedevano spiegazioni ed interventi ad un rappresentante del Governo ospite della trasmissione (non ricordo chi fosse, forse, Italo Bocchino) e quello, con la sua consueta faccia da ebete con gli occhiali, è stato capace solo di dire che bisognava avere “coscienza” (si riferiva agli imprenditori e agli industriali). Quanto agli operai che hanno votato il Nano, mi verrebbe, da stronzo vendicativo, solo da dire: “Ben gli sta!” se hanno svenduto la loro dignità (oltre il loro voto) e ora si sentono fregati. Ma non me la sento del tutto di dire così, perché sono delle vittime di questo sistema illusionista e ingannatore. E’ un po’ come quando prendi un’auto usata e quello ti promette che è una bomba e poi, dopo non molto, scopri che è solo un catorcio. Con chi te la vuoi prendere? Con il venditore-truffatore o con l’ingenuo compratore?
    PS: in ogni caso, Frà, tu fai bene a parlarne sul tuo blog. Dobbiamo parlarne e discuterne di queste cose. E’ questo che ci interessa, ora, non le leggi per aggiustare i processi del Nano. Ora si parla solo di questo nel Parlamento fatto dai nostri eletti. Possibile che nessuno se ne accorga? IMPARIAMO A VOTARE E A SCEGLIERE, CAZZO!


  2. …che vergogna….figurati se non hanno i soldi. Sono sempre stati degli "emeriti" sfruttatori. Un abbraccio solidale (di più non posso fare) a chi lotta, ieri sera mi ha commosso una Donna una Madre e Moglie….il dolore più grande è quello della casa del mutuo ancora non estinto.
    Mascalzoni!!! Baci a Te Frà.


  3. Bar, parliamone!
    Non sono d’accordo per quanto riguarda il venditore di auto usate…
    Una volta mi puoi imbrogliare, la seconda col quasi che vengo a vedere ciò che mi offri.
    Ti ricordo che il nano ha governato già per cinque lunghi anni.
    Ci ha portato in guerra… con un inganno, solo questo avrebbe dovuto…
    Aveva emanato il lodo Schifani, la ex Cirielli, e la Pecorella…
    O la legge elettorale per avere titti i suoi deputati in mano sua?
    O il poliziotto di quartiere?

    Dimmene una di cosa buona che ha fatto per gli italiani in 5 anni.

    No, Bar, siamo noi che deleghiamo all’apparenza la nostra responsabilità.
    Siamo noi che crediamo che chi ha i soldi è anche in gamba.
    Siamo noi che ce ne freghiamo se i soldi sono arrivati con la mafia o con gli imbrogli o truffando o corrompendo.
    Siamo noi che non abbiamo senso civico.
    Che ci riempiamo la bocca di Dio Patria e Famiglia come ai tempi della Buonanima… e poi riempiamo le nostre spiagge di spazzatura.
    Siamo un popolo di infantili egoisti.
    Lo siamo da centinaia di anni…. e sembra che non ci interessi cambiare.
    Aspettiamo le catastrofi per capire.
    Gli operai dell’Alcoa ci hanno creduto alle parole del nanetto perchè non si sono informati, perchè se ne sono fregati di come aveva fatto i soldi, perchè si sono voluti illudere che Putin ci avrebbe dato un aiutino….
    Ecco siamo il popolo dell’aiutino….
    Non della responsabilità.
    Madò…. e m’arrabbio pure…. ma chi me lo fa fà…..
    Ciao Bar…
    grazie….


  4. Frà, tu dici che quegli operai non si sono informati che il “venditore di catorci” era un truffatore, un venditore di fandonie. Guarda che non si sono informati abbastanza non solo gli operai dell’Alcoa, ma anche quel 60 per cento degli italiani che  hanno mandato al Governo il Nano. E informati come? Dove? Qual’è l’informazione oggi? Cosa ci propina la televisione di Stato, le radio “libere”, la stampa di regime, il cui editore di maggioranza è sempre Lui? Abbiamo un’informazione serva di quello stesso potere, fregata dagli stessi soldi, che illudono e disinformano o informano in maniera di parte, tendenziosa e capziosa. Se non ci fosse Internet, molte notizie non girerebbero nemmeno in qui circuiti controllati dal Palazzo. Oggi sentivo dell’intervento di Ciampi che ha detto che, se fosse al posto di Napolitano, non firmerebbe l’ennesimo tentativo del Nano di picconare la Costituzione e di “aggiustare” i suoi processi. Ciampi che solidarizza con l’appello di Roberto Saviano! Ti rendi conto a cosa siamo arrivati in questo Paese per sentire delle voci fuori dal coro? Un ex presidente della Repubblica che si accoda ad un intellettuale anti-camorra!


  5. Per leggere tutto il Ciampi-pensiero di oggi, lascio anche il link dell’intervista:

    http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/politica/giustizia-18/intervista-ciampi/intervista-ciampi.html


  6. Bar grazie.
    Della dritta.
    Mi dispiace ma non sono d’accordo sul tuo concetto di responsabilità.
    Dico che spetta a me (dico me cittadino, persona) scegliere cosa guardare in TV.
    Se scelgo sempre "il grande fratello" o il culo di Belen, che mi viene offerto, la responsabilità non è di chi offre ma di chi compra.
    Il nanetto avrà pure le Tv e i giornali, e un mondo sempre prono a sua nanità, ma è mia responsabilità, se qualcuno afferma: "ci sono dei dubbi su come è diventato ricco…" coltivare il dubbio e informarsi.
    Ho lavorato con persone con cui l’approccio al sapere e al dubbio finiva così: "Lui è uno che è ricco… quindi farà qualcosa anche per noi, perchè non gli servono i soldi"… E ti sto parlando di gente "colta", che leggeva il giornale ogni giorno, rassegna stampa, e parlava con me che tanto dolce non sono.
    Non c’è niente da fare, chi non vuole vedere, non vede, non si specchia, ma sugli specchi ci si arrampica….
    Ribadisco che i cittadini italiani sono infantili e aspettano sempre che qualcuno risolva loro i problemi.
    O dica loro che i problemi non ci sono.
    Vogliono sognare, divertirsi, o come dice mia sorella svuotarsi il cervello.
    Perchè mica si può essere sempre così "seriosi" no?!
    A forza di aver bisogno di svuotarsi il cervello, gli italiani non ce l’hanno più una testa per pensare.
    Adesso che si avvicina il Natale, e vanno al cinema anche coloro che normalmente non frequentano le sale di proiezioni, vedi tu chi diventa campione di incassi. De sica e bondi: parolacce, scherzi da soldato, gag talmente grossolane che  a me fanno piangere!
    Eppure qualche film decente sotto Natale si potrebbe vedere… No, gli italiani scelgono sempre "il divertimento"….
    E ci portano pure i figli… che imparano presto a cercare "uno svuotacervello".
    Grazie dello scambio. Ciao


  7. Che poi – voglio essere superpessimista – io non so se Soru sarebbe riuscito a risolvere, da solo, e vista la controparte al governo, la vertenza in maniera vantaggiosa. Sicuramente avrebbe fatto più casino, avrebbe agitato – giustamente – più le acque. Mi spiace che i sardi abbiano votato per l’attuale presidente della regione, altro che governatore, non vedo l’ora che vada  a casa. Cn questa classe dirigente finisce che ci porteranno le centrali nucleari e guai a chi fiata.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: