h1

Le più belle poesie

1 novembre 2009

Le più belle poesie
si scrivono
Le più belle
poesie
si scrivono sopra le pietre
coi ginocchi piagati
e le menti aguzzate dal mistero.
Le più belle
poesie si scrivono
davanti a un altare vuoto,
accerchiati da argenti
della divina follia.
Così, pazzo criminale qual sei
tu detti versi all’umanità,
i versi della riscossa
e le bibliche profezie
e sei fratello a Giona.
Ma nella Terra Promessa
dove germinano i pomi d’oro
e l’albero della conoscenza
Dio non è mai disceso né ti ha mai maledetto.
Ma tu sì, maledici
ora per ora il tuo canto
perché sei sceso nel limbo,
dove aspiri l’assenzio
di una sopravvivenza negata.

Alda Merini, da "La Terra Santa" 1983


5 commenti

  1. "Dio arriverà all’alba
    se io sarò tra le tue braccia"

    Ho un approccio un po’ ostico con la poesia in genere ma questa frase  di alda merini letta solo ieri per la prima volta non me la dimenticherò.


  2. Vero?!
    Era una grande.
    Sapeva unire tutto ciò che di erotico c’è nell’amore, con la spiritualità di un Dio benigno e fraterno, testimone della vita degli uomini che non giudica mai.
    Aureliano benvenuto nel prato della poesia.


  3. Mi mancherà. La seguivo molto, in tv, nei libri, sui giornali. Ciao


  4. Dicevo anche da un’altra parte che alla tristezza per la sua scomparsa fa da contrappeso la bellezza dei suoi versi…dolce e amaro insieme.


  5. tutto molto bello
    i versi della merini…a questi mi riferisco
    quello che diceva
    che pensava
    che scriveva

    ( anche se io, pur leggendola e stimandola come persona, come donna etc etc, non sono mai stato un suo estimatore…nella sua veste di poetessa intendo)

    tutto molto brutto
    che ce ne ricordiamo solo quando muore
    fra gli stenti
    fra l’altro

    forse una "mobilitazione" dei suoi "fans" quando stava ancora a patire le pene dell’inferno su questo mondo
    forse sarebbe stata opportuna

    ora tutta questa beatificazione postuma
    puzza un po’

    una sorta di bisogno d’espiazione collettiva
    a levarsi vari ed ventuali sensi di colpa
    e lavarsi deinde la coscienza

    vabbè

    io nel mio piccolo recito il mea culpa



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: