h1

Un giorno perfetto

17 ottobre 2009

Hoptezek è un regista che mi piace.
Mi piace la sua visione della mia città.
Mai scontata e con un punto di visto altro.
Il gassometro dei suoi primi film è diventato un luogo da tutelare, Veltroni lo ha fatto diventare pure bello con le sue mille lucette.  
E’ bellissima la mia città vista da questo turco.
Forse un pò decadente, poco patinata ma vera.
Io l’ho vissuta la stazione di Cuore Sacro, come il quertiere Monti di  La finestra di fronte. O la parte mediorentale dietro Termini delle Fate Ignoranti. 
Una cosa che mi è sempre piaciuta di questo regista è la sua capacità di raccontare la realtà che sta dietro la facciata. Il non fermarsi all’apparenza.
E il parlare di sentimenti veri. Di persone vere.
Così, ieri quando mi son approntata a ‘sto film, pregustavo delicatezza e gentilezza, poesia e commozione dietro tutto ciò che nella realtà viene considerato sbagliato: amori diversi, pelle dai mille colori, una religione "altra". Invece…..
 Questo film mi ha procurato uno shock emotivo: per la prima volta Hoptezek non mostra la realtà "dolce" che sta dietro la facciata, ma una verità terribile, senza facciate.
Un film che guarde le donne.
Donne sole che si arrabbattano in un mondo difficile, che le vuole relegate in un ruolo, che le vuole giovani e dentro schemi ben precisi.
Donne che non si sanno più vedere.
Legate tra di loro soltanto dal dolore, dalla fatica di vivere.
Gli uomini in questo film  ci fanno una  figura di cacca: arrivisti e incapaci, deboli, infantili, non in grado di modificare la realtà se non con artifizi, corruzioni, o con la forza.
Un mondo terribile e vero. Tanto vero da rappresentare molto bene  la cronaca nera di una qualsiasi giornata di questo nostro vivere.
Mani che amano costruiscono momenti di gioia, mai vissuti. Mani che odiano distruggono vite che non riescono a possedere.
Rivoglio Hoptezek.
Questa è solo una presa d’atto senza amore. Negli altri film l’amore c’era…  nei finali tristi e malinconici c’era.
Qui c’è solo morte…. presentimento di morte.
‘fanculo….

16 commenti

  1. si deve essere ricreduto pure lui sull’amore..


  2. Bar?
    Ma te lo ricordi come si chiamava il mio blog di qualche tempo fà?

    Quello di quando ci siamo conosciuti?

    "nell’amoreiocicredo" si chiamava, cazzarola!

    L’amore è il motore del mondo. Subito dopo l’egoismo. Ma non esisterebbe l’egoismo se non riuscissimo a definire l’amore.
    No?!

    Stavi meglio, cazzarola!

    Non ti posso lasciare un attimo solo che mi diventi acido come una zitella…..
    (Parola molto di moda)
    Vabbè, single emotivamente.

    Meglio soli, amare noi stessi (sbagli compresi) che illudersi che sia amore, quando invece era…..


  3. …un calesse?

    no, scusa, Frà, può essere che mi stia inacidendo come uno yogurt scaduto…sei già la seconda persona che me lo dice nell’arco della stessa giornata…e si vede che è vero… e si vede che si vede…

    ma non ho capito: tu nell’amore ci credi (ancora)? va bene l’amore verso sè stessi, ma mica basta… o sì?


  4. Hoptezek confesso è un regista che non amo particolarmente, ma se piace a te, già solo questo mi convince che c’è qualcosa di sbagliato nella mia non-simpatia nei suoi confronti. A proposito dell’amore, uan volta Woody Allen disse che il contrario dell’amore non era l’odio, ma la morte. Che ne pensi?


  5. solo due cosette frale

    1 Ozpetec e non Hoptezek

    giusto per fare il solito pedante

    2 Sul film non mi pronuncio
    l’ho visto e non mi pronuncio
    sull’opera omnia del regista pure
    non mi pronuncio
    ne ho già scritto abbastanza a suo tempo
    io DETESTO Ozpetek
    per una serie infinita di motivi

    non mi pronuncio sennò finisce a botte

    un baciotto

    valà

    alla frale


  6. ma illudersi di che? che era un calesse? ah, e si vede che era vero che era un calesse, Bar?

    certo ne hai di fegato. e sei bravo a fare la vittima con le tue amichette. però dimentichi che amare è anche essere leali e sinceri, ed avere riconoscenza (o riconoscimento) dell’amore ricevuto, non tutto solo un accumulo di bugie e conclusioni acide. perchè l’amore è dono.

    io lo so che era amore. non lo rinnego ne rimpiango nulla. e non permetterò a nessuno dei miei amici di dirmi che non lo era (e me lo han detto e dicono). io li smentisco.

    e sono grada per averlo ricevuto come so di averlo donato. anche se altri vogliono svilirlo. è solo invidia.

    io ci credo. ancora. e ci crederò sempre.

    ossequi.


  7. beh, nuv, come al solito, ti piace riempirti la bocca di chiacchiere e distintivo…

    ti ho appena mandato un sms, nel quale ti ricordavo le molteplici occasioni "pubbliche" nelle quali non hai difeso un bel niente.

    Quindi, taci, chè fai più bella figura.

    In ogni caso, non è questo il luogo per fare le tue solite piazzate.


  8. no che non taccio. i tuoi sms (più di uno) sono un rinfacciarmi azioni che tu hai compiuto nel perpetuare di anni. tradimenti alla fiducia, bugie che ho sempre giustificato e spesso pure difeso. mentre tu oltre a non aver mai lottato non hai mai saputo difenderlo e proteggerlo, il nostro amore.
    il tuo amore è stato passivo, il mio attivo, tutto qui. ho lottato per lui. e ci ho creduto sino in fondo finchè è durato.
    nn sono io la risentita ma tu. tu che mi hai bloccato e cancellato dal tuo blog, non io. io non rinnego nulla.
    quanto al difendere, io non voglio difese e non ne ho bisogno. non cerco consensi ne queste non sono pizzate. è coraggio di dire quello che si pensa a qualcuno su qualcosa che riguarda anche me, visto che di questo si tratta e si scrive nei commenti.. sono qui per respingere quello che leggo ed impedire che il nostro amore venga svilito, da te o da persone qualsiasi che nel loro compiacimento per la sua fine ne godono pure.
    sei tu come sempre invece, vedo, che hai bisogno di essere approvato e difeso, ben avvolto nella tua coperta, nel ruolo di vittima. se il luogo dove si parla tra le righe anche di me è questo, è mio il diritto di replica.


  9. ah sì, nuv, hai ragione: io passivo, tu attiva… ma nel senso che trombavi con altri il giorno dopo che mi lasciavi?


  10. il giorno dopo? nn mi pare. ma nn eri tu quello che il giorno dopo trombava in auto?
    in ogni caso le cose ora stanno diversamente. non sto con nessuno. e non è finita per quello. ma tu lo sai bene.
    comunque evita in futuro ti prego. agli altri dei fatti privati nostri non interessa. mentre a me, se sviliscono pubblicamente nei commenti quello che è stato tra noi per invidia, sì.


  11. Mi spiace Nuv che tu voglia continuare questa discussione qui bluffando.
     
     
    Ti risponderò alla Marco Travaglio.
     
    Le persone vanno smentite con le proprie parole.
     
    Ottobre 2009 – Nuv scrive a proposito di me e dell’amore che difende sempre:

    non permetterò a nessuno dei miei amici di dirmi che non lo era (e me lo han detto e dicono). io li smentisco.

     
    Luglio 2007 – ecco, invece, le parole di Nuvoletta e di come sa difendere gli altri (me in particolare) in una discussione su un forum:
     
    benedetta. rispondo solo a te. che a bar avevo risposto ma evidentemente mentre confermavo lo facevi anche tu e la mia risposta non si è salvata.
    il gioco di bar è proprio questo. e lo avevo appunto spiegato. lui usa cose e situazioni e persone a suo vantaggio e le rimette in gioco quando gli conviene manipolandole per un suo tornaconto e per creare attriti tra le persone. ciò di cui bar mi accusa nei tuoi confronti non é vero. mi hai detto una cosa che non sapevo e soltanto dopo parecchio che tu ben sapevi che io non sarei stata disponibile per i fine settimana. quando mi hai detto, dopo, la paga. mi sono soltanto stupita che fosse addirittura la metà di quella del fine settimana. tutto qui. a volte forse basterebbe che tu mettessi le cose in chiaro prima BB, senza portare le persone a domandare spiegazioni altrove🙂 se poi, visto che io difetto in diplomazia. leggo tra le righe il tuo risentimento nei miei confronti e la tua stima nei confronti di qualcun altro. e per questo ti rispondo di non farti prendere per il naso. se io ho mai avuto qualcosa che non ho condiviso con te sono sempre venuta a dirtelo, direttamente educatamente gentilmente ed in faccia. parlandone con te. ma non mi sentirai parlare male di te altrove. perchè vedo il culo che ti fai e come e quanto lavori e come ti sei data da fare. oltre a tutte le cose che mi hai insegnato. mi sono limitata a dire a bar cosa era successo durante l’ultimo pagamento perché io non ero al corrente che se fai 5 giorni su 7 si paga la metà. la persona per la quale lavori te lo può confermare, perchè ho chiesto anche a lui (visto che le cose le vengo a sapere soltanto dopo, per mancanza di tempo lavoro ecc). e se c’è qualcuno che adesso ha voluto istigare, dicendo oltretutto a me per l’occasione "che stronza, ti voleva fregare la metà dei soldi", beh, questo é proprio lui. il caro amico che tanto stimi. così come non ho mai detto che mi tieni sott’acqua ne mai ho usato di questi termini. tantomeno ho bisogno di queste bassezze e tanta pochezza.
    su quello che scrive bar a proposito di me o delle mie presunte gelosie. confonde tra gelosia e rispetto. e allude pubblicamente cose che non sono. manipolando fatti situazioni cose persone con uno scopo ed a proprio vantaggio. così come ha fatto a proposito di basil e di Marostica.
    perdonami la franchezza e la mancanza di modi e tatto BB ma stavolta sono davvero incazzata VERA. e sinceramente molto amareggiata dei modi e delle cose lette fin qui. un bar molto diverso da colui che conoscevo. inelegante. inopportuno. fuori luogo. bugiardo. disonesto. scorretto. amorale. mi spiace solo che non si sia salvata la mia precedente risposta datagli. ma meglio così, non vale nemmeno ci sprechi altro tempo.
    una cosa soltanto. ogni azione genera una reazione. una azione così stupida come il post di dimissioni con affermazioni così gravi, offensive, immeritate. ingiustificate. gratuite. senza senso. se ciò avviene nel privato, crea frizioni e rotture all’interno della coppia. e l’altro (io) non ci spreca nemmeno più tempo per proteggersi, difendersi e tutelarsi da parole ed azioni così offensive ed infamanti. ma se tutto questo avviene nel lavoro. senza un motivo logico ne sensato. senza che si riesca a capirne motivo e scopo. e però conoscendo le bugie. vedendo che si vuole colpire e screditare una persona ed un’azienda solo perché il gioco d’azzardo gli è andato male e non ha ottenuto il riscontro sperato. ecco, questo é grave. perchè quando fai affermazioni di questo tipo e scrivi pubblicamente che qualcuno ti dà del matto così, solo perchè dici di volertene andare (omettendo di scrivere che prima gli hai dato senza motivo dell’imbecille), ed offendi, insulti, provochi, istighi, fai illazioni e diffamazioni pubbliche. ecco. non sei una persona degna.
    e ai miei occhi. chi ci esce male, in tutto questo. é proprio lui. lo dico con molta amarezza. dispiacere. dolore. e tanta delusione..
    Nuvoletta
    Se vuoi continuo ho una lunga collezione…


  12. potrei tirarne fuori tanti, di attacchi, tuoi. pubblici, a me, e da me ai miei amici. ma non lo farò. perchè non c’è motivo ne un senso per farlo.
    ti chiedo soltanto una cosa, bar. io non sto recriminando. ho solo difeso quello che è stato il NOSTRO amore. che non appartiene ad altri, anche se altri hanno conservato per loro lettere d’amore che hai scritto e rivolgevi a me, sospirando con una punta d’invidia perchè magari non sono mai state rivolte a loro da qualcuno.
    ti ho lasciato le porte aperte. e ti ho risposto da me.
    qui non c’è nessuna ragione ne persona per cui continuare a discutere tra di noi. anzi, li fai solo felici.


  13. per quanto mi riguarda
    e per quanto possa interessarvi
    questa vostra diatriba
    a me
    ammè
    non fa felice manco per niente

    non so se la frale sia d’accordo col sottoscritto
    ma non mi pare che questa sia la sede per dirimere le faccende personali

    ho finito


  14. "Stavi meglio, cazzarola!
    Non ti posso lasciare un attimo solo che mi diventi acido come una zitella…..
    Vabbè, single emotivamente.
    Meglio soli, amare noi stessi (sbagli compresi) che illudersi che sia amore, quando invece era….. "

    questa frase é rivolta al barone ed alla sua storia d’amore (con me).
    questo è stato scritto da lella, gaggio. è un suo pensiero. ed a questo ho risposto con un mio pensiero. visto che di amore si tratta, e questo del commento di cui si parla mi riguarda. nessuna illusione e nessun calesse, se non negli occhi di chi lo vuole negare (per motivi oscuri). poi se bar parte per la tangente, replico altrove, nel mio blog. come ho chiesto a lui ed ho fatto io.

    l’amore è amore. con tutte le sue sfumature, la rabbia, la sofferenza, la frustrazione, la gioia, il dolore, la passione. è un sentimento grande. intenso. e vero "come solo l’amore sa fare, e sa dare, ed anche se lacera l’anima, non porta via nulla, chè noi, noi restiamo, ad amare". ed è quello in cui ho creduto e che ho qui voluto difendere.


  15. Gaggio, la Frale sarà sicuramente d’accordo con te. Ci puoi scommettere l’occhio ma anche l’orecchio sano. Cri (perchè gli anonimi danno ancora più fastidio). Aggiungo soltanto una cosa: non pensavo che anche su SPLINDER si verificassero bassezze di questo genere. é proprio vero che tutto il mondo è paese. Anzi ,tutto il web è paese. Per quanto riguarda OZPETEK , sono d’accordo con la Frale. Fortuna vuole che lavorando, secoli fa, in una videoteca ,mi sono fatta l’intera raccolta dei suoi minicapolavori. AVREI PREFERITO FORTUNE MIGLIORI MA MI è TOCCATA QUESTA.  evvabè, AMEN. sempre CRI. UN BACIO A TUTTI E VOGLIATEVI BENE.


  16. @ tenda non sono d’accordo con W.A. almeno che lui non intendesse per morte il "nulla".
    Il vuoto, l’indifferenza.
    L’amore è condivisione? Cura? Accoglienza? Partecipazione? Ecco, l’indifferenza secondo me è proprio il contrario dell’amore.
    Se per morte intendiamo il NON sentire più. Non avere più nessuna percezione allora sono d’accordo.
    E Tend sei gentile e seduttivo quando dici che se piace a me… allora…. Non è molto amato dagli uomini in generale Ozpetec, troppi buoni sentimenti, troppa luce caravaggesca, troppi gay, troppa Roma bonacciona, non c’è azione, nè complessità. E’ semplice. Forse troppo?
    Non so, ma i risvolti dell’amore sono al centro del suo cinema.

    @gaggio ti ringrazio per la precisazione, vedi tu come sono tonta che non mi vado a cercare nemmeno su google come si scrivono i nomi turchi. E’ un mio difetto si.
    Quello di non essere "vanitosa", me lo ripetono tutti: "Dovresti essere più …. presuntuosa (?)".
    Ma a parte la forma dei nomi che sono anche contenuto, mi sarebbe piaciuto sapere perchè non ti piace il turco. Certo per chi ama i film di Antonioni (un genio) non deve essere il massimo, ma siamo qui per incontrarci, e qualche volta fare a botte o no?
    mica ci si può dichiarare sempre eterno amore… O no?! Sai che noia….

     E per finire
    Mmmh… diciamo che mentre ero occupata a vivere qualcos’altro sul mio blog è successa una discussione accesa.

    @Bar mi spiace. Ora capisco le tue amarezze!
    Comunque io nell’amore ci credo.

    Esistono persone che sanno amare.
    Io da questo punto di vista sono una talebana.
    Nel senso che ho idee precise e intransigenti.
    L’amore non può mai contemplare la distruzione per esempio.
    O la vanità.
    O il possesso.
    Mi spiace che tra te e Nuv ci siano problemi. Vi auguro che li superiate presto, come è successo tante altre volte. Ciao Bar, impegnati a star bene.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: