h1

Bocciati

4 giugno 2009

Bello lo stile del nostro Governo.
Mettono in scena, recitano, sono forti con i deboli.
Cercano di convincere qualcuno che sono “professionali”.
Contro i fannulloni, contro i clandestini, contro….. i bambini.
Si perchè se hai un cinque in matematica, tu ragazzo delle medie, bambino di 11 anni che forse ami tutte le altre materie ma il minimo comune multiplo non l’hai proprio capito, e il massimo comun divisore ti sta indigesto, tu bambino pelandrone rischi la bocciatura.

La signora della educazione italiana ha deciso così.

Questi signori che entrono ed escono da Montecitorio come padroni, che guadagnano in un mese quello che un giovane ingegnere che non trova lavoro ed è occupato in un call center ci mette due anni a guadagnare, questi signori che non sanno come si chiama il meridiano che passa per Londra,e non si vergognano, questi hanno emanato una legge che boccia i bambini che hanno 5 in una sola materia.
Che grande paese severo che siamo!
Noi. Quelli sempre pronti a fregarcene dei meritevoli per aiutare gli accozzati; noi, sempre pronti a emarginare i migliori, perchè non hanno leccato il culo al capo; noi che viviamo in un pese dove non si legge un libro all’anno, ma nemmeno un giornale al giorno; noi che viviamo delle cazzate di Raisat, e perdoniamo tutte le porcate di chi ha i soldi, tanti soldi, da comprarsi giudici e avvocati, ministri e ballerine; noi bocceremo un bambino di dodici anni che così capirà che nella vita occorre “impegnarsi”.
Ma si, noi che usiamo il manganello per educare invece che formare, che formare prevede dei punti di riferimento, figure senze pecche e forti, morali; noi che meglio picchiare duro che formare, meglio reprimere e farsi temere che essere dignitosamente e moralmente degli esempi;
noi faremo una brutta fine, quando le future generazioni ci chiederanno dove eravamo quando questa gente ha fatto scempio dell’Italia.

Advertisements

One comment

  1. temo all’italiano la figura del “vecchio mandrillone” piaccia.

    gli italiani diventano cattolici solo quando c’è da blaterare che “li froci li froci li froci nun se possono sposà“



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: