h1

8 gennaio 2009

Palestine in 1947 mapconfini 1948

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Palestine today mapconfini odierni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IsraeliSoldiers

 

 i confini si modificano così: abbassandosi al livello dei deboli per metter loro paura, senza tener conto di limiti.

 

 

 

 

 

 

Non riuscivo a scrivere.

Non ci riuscivo proprio. Mi sarebbe piaciuto cominciare con parole gioiose questo anno. Con buoni propositi. Ma sono giorni che…

Non ci sono parole che reggano. Mi sento inutile. Impotente. Stupida. Perchè non riesco a capire come sia possibile che l’uomo diventi  stragista. Sia pure da dentro i suoi aerei, da dentro i suoi tank.

Vado in giro con una kefia palestinese che fa inorridire i benpensanti. Mi guardano strano, mi guardano storto. Me ne frego. E’ l’unico modo che ho per testimoniare la mia vicinanza con i deboli. Mi sento parte del loro dolore delle loro paure.

Advertisements

8 commenti

  1. Ti suggerisco di vedere in tivvù (non ricordo il canale)…Minoli e “La storia siamo noi” mi pare fosse il titolo…storia di Israele e dello Stato palestinese ai tempi di Arafat …Da Rabin e Peres…ieri parlavano del premier israeliano Barak ai tempi di Clinton e degli accordi saltati di Camp David, poi venne il falco del generale Sharon…stanotte (sul tardi) dovrebbe esserci la seconda parte…da non perdere!


  2. Capisco cosa intendi dire. Un amaro senso di impotenza. Possibile sia così difficile risolvere il conflitto? Prendi singolarmente un israeliano e un palestinese, credo non ci sia nessuno che non dica di volere vivere in pace, sia per il proprio popolo e anche per gli altri. E’ difficile trovare un guerrafondaio isolato. I problemi sono tutto ciò che ci ruota intorno. Gli interessi geopolitici ed economici. E troppi falchi, e stupidità. Soprattutto quelli.


  3. a leggere delle scuole, mi è venuto un magone…

    un saluto affettuoso


  4. @bar grazie del consiglio. Lo sai che sono una storica?! La mattina la “storia siamo noi” non posso vederla, sono al lavoro. E non sapevo ci fossero repliche serali. Basta che non siano notturne…
    @caro tend, come mi capisci tu…. tutte le volte che ti leggo mi viene voglia di abbracciarti… sei riposante. (é un complimento. Grande complimento!)
    @ Yzma hai solo letto? O anche visto? Io cerco di non farmi assuefare dalle immagini di morte e dolore… Non nascondiamoci dietro un dito…. poi andremo a parlare con questo Peres, con questo Sharon, con questo Barack… Non noi… ma i nostri rappresentanti. A questo mondo non c’è più morale. Il responsabile della strage di Sabra e Chatila sono quattro anni che agonizza in un letto d’ospedale. Noi gli abbiamo perdonato, perchè capo di stato, il suo Dio no!


  5. storica? azz…cmq, la seconda parte penso che si farà giovedì prossimo…non so se è una replica…notturne sò notturne però…


  6. E’ vero ciò che dici.
    Si gira con la sabbia in bocca ed è pure amara.
    Ci sono cose che infastidiscono più di altre e ci si ritrova incazzati tutto il giorno. Anche se è festa.
    Ho guardato le immagini.
    Ho deciso che d’ora in poi le guarderò sempre.
    Il fatto che fanno male non basta a voltarsi dall’altra parte.


  7. RAI 3, l’ho visto anch’io. Prima di sospendere l’altro blog, giorni fa, feci una ricostruzione in merito alle violazioni al Diritto Internazionale e alla Convenzione di Ginevra…non gliene frega a quasi nessuno. Buonanotte, Carla


  8. E’ un argomento di cui è difficile scrivere o dire qualcosa. Perché si rischia di banalizzarlo, perché si rischia di temere che sia una situazione dalla quale non si uscirà mai, tant’è scritta ormai nel sangue delle persone che la vivono, perché si rischia di assuefarsi alla crudeltà, e considerarla la norma.. Hai ragione, la sensazione più forte è l’impotenza.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Mazzetta

Ce la possiamo fare

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

milena edizioni

Casa Editrice (milena.edizioni@gmail.com)

poesieinformadidiario

"Luoghi, personaggi ed emozioni sono intenzionalmente veri"

poesiaoggi

POETICHE VARIE, RIFLESSIONI ED EVENTUALI ...

sfrattattidisplinder

Just another WordPress.com site

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: